“Tutta un’altra musica!”e’ un percorso di educazione alla musicalita’ per bambini e ragazzi da 6 ad 11 anni. Il nome del percorso svela l’obiettivo che ci siamo dati, e cioe’ quello di approcciare la musica in modo completamente differente rispetto ad un tradizionale percorso di studio musicale.
Percussioni e piccoli strumenti melodici (xilofoni, balafon, fisarmoniche, tamburi, sonagli, maracas,…) sono ideali per questo tipo di approccio, in quanto permettono ai bambini un’ esplorazione completa sia dal punto di vista timbrico-dinamico (suoni dolci, acuti, profondi, forti, deboli, crescenti, decrescenti,…) che dal punto di vista sensoriale (pelli, legni, metalli, plastiche, conchiglie, zucche: i materiali sonori sono infiniti!).

Vogliamo superare ogni velleita’ rispetto alla ricerca di una forma estetica musicale “perfetta”, con il conseguente corollario di noiosi studi di solfeggio, pesanti lezioni individuali e ore e ore di studio domestico. Vogliamo concentrarci sugli aspetti piu’ vivi del suonare insieme.

Suonare insieme e’ una palestra di vita: insegna le regole della convivenza, della tolleranza, del rispetto per se stessi e per gli altri, in un modo dinamico, piacevole e rilassante al tempo stesso.
Suonare insieme educa all’ascolto e a trovare il proprio spazio in un gruppo. Lascia emergere la creativita’ individuale, insegna ad essere guida e ad affidarsi, da il senso di una crescita individuale e collettiva.

“Tutta un’altra musica!”non vuole insegnare ai bambini come suonare uno strumento. Vogliamo scoprire insieme ai bambini perche’ si suonano gli strumenti, per accorgersi tutti insieme che la musica e’ divertimento, e che divertendosi si possono imparare molte cose, sia sulla musica, che su noi stessi e sugli altri.
Durante il percorso i ragazzi utilizzeranno lo strumentario Orff, e cioe’ molti strumenti grandi e piccoli, di facile utilizzo: tamburi,xilofoni, fisarmoniche, sonagli, ma anche materiali naturali come zucche, canne di bamboo e molto altro ancora, per scoprire che“tutto suona”e che la musica e’ molto piu’ di quanto siamo sempre stati abituati ad immaginare.

La musica, suonata, cantata, raccontata, agita, giocata, manipolata, e’ il perno attorno a cui ruotano le diverse attivita’ proposte:
– I giochi musicali, per imparare il rispetto del turno, l’ascolto di se stessi e degli altri e andare alla scoperta delle principali caratteristiche del suono e del ritmo.
– Le storie sonore, momenti di creazione e animazione colletiva per stimolare la fantasia e la creativita’ attraverso gli strumenti e la parola. Le storie prendono vita insieme ai bambini, che sono invitati ad intervenire e a portare nella storia contenuti personali originali.
– Il laboratorio di costruzione strumenti, per stimolare la manualita’ alla scoperta di un universo sonoro costituito non solo dagli strumenti tradizionali, ma che si allarga a tanti altri materiali ed oggetti di uso comune e di riciclo, nella convinzione che “tutto suona”.
– La musica inoltre diventa strumento di presa di coscienza del proprio corpo e delle proprie emozioni, di sperimentazione di relazioni con gli altri, occasione di svago e di rilassamento costruttivi.

L’obiettivo dichiarato e’ il piacere dei bambini, contestualizzato in un’attivita’ educativa ed emotivamente stimolante.
Il percorso di esplorazione prevede che il conduttore si ponga come facilitatore, promotore e cassa di risonanza della creativita’ dei bambini, evitando per quanto possibile di calare dall’alto concetti, ruoli e spiegazioni, e cercando sempre di capire insieme le regole che si celano dietro la musica, per scoprire che le stesse regole fanno si che si possa stare insieme agli altri in armonia.

Nello specifico, gli obiettivi perseguiti da questo percorso sono:
– La valorizzazione della creativita’ personale, intesa come la possibilita’ di esprimere la propria interiorita’, sia con le parole che attraverso gli strumenti, e di metterla in condivisione con gli altri, attraverso un sistema di regole musicali create di comune accordo con i ragazzi. Questo momento consente a tutti di scoprire che le regole non sono solo vincoli alla propria liberta’, ma strumenti da utilizzare per il benessere di tutti.
– L’attenzione alla corporeita’, alla espressivita’ del corpo attraverso la musica, alla possibilita’ di utilizzare il corpo come strumento comunicativo, maturando condotte che consentano il controllo dell’esecuzione dei gesti, valutandone i rischi e le possibili interazioni con gli altri. Le relazioni, sia mediate dalla musica che dalla verbalizzazione o dal corpo, sono uno dei centri focali del percorso. L’armonia e la collaborazione tra tutti, sono ingredienti essenziali nella costruzione di una buona musica, cosi’ come sono alla base di una vita serena.
– Dal punto di vista strettamente musicale, si sperimentano e combinano ritmi per dar vita a sequenze musicali originali. Si riconoscono le principali caratteristiche del suono (altezza, durata, intensita’ e timbro) e gli effetti che le possibili combinazioni tra i suoni producono.Si dara’ vita ad una piccola orchestra, che segua i principi cardine del “circle drum”, e cioe’ la possibilita’ per tutti di esprimere la propria creativita’ musicale, guidati da un facilitatore che ne esalti le caratterstiche.
– Allargare lo sguardo sulle altre culture musicali, attraverso ascolti e visioni di performance musicali lontane dal nostro orizzonte culturale.

Per contatti

Operiamo in tutta Italia: Trentino-alto adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Valle d’ Aosta, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Sardegna, Calabria, Sicilia. Per informazioni, potete contattarci alla mail segreteria@laboratorimusicali.org

One Response »

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *