Sedute di musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti

Sedute di musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti

Musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti

La musicoterapia per ciechi ed ipovedenti fornisce lo stimolo per esplorare il mondo circostante in modo gioioso, guidati dai suoni. Il suono infatti è fonte di energia, spinta al movimento. La consapevolezza del proprio movimento, la relazione e la condivisione con gli altri degli stimoli motori e sonori, rinforza la capacità di rapportare se stesso e gli altri nel mondo reale, fornisce sicurezza e consente di essere protagonisti ed autonomi nel proprio agire, dei propri apprendimenti, del dialogo con gli altri.

Nella Musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti, l’utilizzo dello strumentario, abbinato al movimento, sviluppa la capacità di coordinare orecchio – occhio – mano, orecchio – occhio – piede, fondamentale nella situazione della cecità o di un modo particolare e soggettivo di vedere. Se negli adulti molto spesso l’apprendimento della motorietà è già un dato di fatto, altrettanto spesso capita che un bambino non vedente possa rifiutare di collaborare per imparare ad orientarsi nello spazio, a servirsi della mani per conoscere il mondo circostante, per leggere e scrivere. Per questo, prendersi cura del mondo emotivo del bambino significa accogliere i suoi “no“, per far sorgere in lui il desiderio e la volontà di essere il protagonista della sua vita. La musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti offre una possibilità divertente, interessante, nel supporto alle consuete strategie educative del bambini ipovedente o cieco.

Nell’adulto invece l’attività è più volta al lato relazionale, e cioè allo sviluppo di un’attività dove la vista abbia un ruolo marginale. Un’attività creativa, immaginativa, piacevole e disponibile, che non abbia bisogno di conoscenze pregresse e faciliti l’espressione personale e al contempo lo scarico emotivo.

L’intervento di musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti può essere di tipo individuale o di gruppo, a seconda dei casi, delle età, della eventuale presenza di altri handicap.

Cecità ed Ipovisione

La cecità consiste in una percezione ottico-visiva ridottissima o nulla (rispettivamente cecità parziale o totale).

L’ipovisione è una condizione di acutezza visiva molto limitata che ha notevoli conseguenze sulla vita quotidiana

Possono essere congenite, derivare da gravi affezioni dell’apparato visivo oppure da un trauma.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS) (2007) sulla Terra vivono 314 milioni di persone con handicap visivo grave (45 milioni di ciechi, 269 di ipovedenti). La prima causa è la cataratta (39,1%), seguita dai vizi refrattivi non corretti (18,2%), glaucoma (10,1%), degenerazione maculare senile (7,1%), opacità della cornea (4,2%), distacco di retina (3,9%), cecità infantile (3,2%), tracoma (2,9%), oncocerchiasi (0,7%) e altre cause (10,6%). In Italia l’Istat stima che ci siano 362.000 ciechi, mentre secondo altre fonti sarebbero almeno 380.000. In ogni caso, gli ipovedenti sarebbero almeno cinque volte tanto.

 Musicoterapia per Ciechi ed Ipovedenti: per contatti

Operiamo in tutta Italia: Trentino-alto adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Valle d’ Aosta, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Sardegna, Calabria, Sicilia. Per informazioni, potete contattarci alla mail segreteria@laboratorimusicali.org

Cecità ed Ipovisione: link utili

http://www.iapb.it/polonazionale/descbreve.php?ozim=78 : agenzia internazionale prevenzione cecità

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *